The Martian: la scienza nel film di Ridley Scott

Quanto è scientificamente accurato l’ultimo film di Ridley Scott “Sopravvissuto: The Martian”? Ecco quanta realtà e quanta fantasia si nascondono nel film.

 

Sopravvissuto: The Martian, l’ultimo film di Ridley Scott, racconta i tentativi dell’astronauta Mark Watney (Matt Damon) di sopravvivere da solo su Marte. Lo sceneggiatore Drew Goddard ha definito il film come una “lettera d’amore alla scienza“, ma è davvero così? Il romanzo da cui è tratto il film, fu scritto da Andy Weir, il quale si premurò di rendere le situazioni il più scientificamente realistiche possibile, spendendo parecchio tempo a fare ricerche sul Pianeta Rosso e sui viaggi spaziali. Tuttavia, nella trasposizione sul grande schermo, molti aspetti del racconto hanno subito delle modifiche per adattarsi al ritmo del film. Vediamo nel dettaglio quanta e quale scienza si nasconde in The Martian. Sarebbe meglio specificare che nell’articolo sono presenti degli SPOILER che potrebbero non essere graditi a chi non ha ancora visto il film.

Giardinaggio

the martian

Watney è costretto a produrre il proprio cibo sul suolo di Marte per evitare di morire di fame dopo che le sue provviste iniziano a scarseggiare. Da quel che sappiamo, il suolo del pianeta è adatto alla coltivazione, dopo essere stato arricchito di nutrienti dopo il passaggio umano (come vediamo nel film). Tuttavia, la crescita delle piante sarebbe più lenta e difficile nella realtà, soprattutto nel caso in cui si decida di coltivare patate. Questo perché il suolo di Marte, a differenza di quello terrestre, è particolarmente alcalino, ciò renderebbe quindi molto difficile la coltivazione delle patate, ma più facile quella di altre piante come, ad esempio, i fagioli, che si trovano a proprio agio in un terreno con un Ph alto. Inoltre sembra improbabile che le patate siano germogliate, visto il metodo di conservazione usato nel film.
Coltivare patate su Marte non è però impossibile, e il film si avvicina abbastanza alla realtà. Le patate che otterreste sarebbero molto più piccole e molto meno nutrienti di quelle coltivate sulla Terra, ma è sempre meglio che morire di fame.

Meteo

the martian

In The Martian, Marte viene ritratto come un pianeta stranamente tranquillo, almeno fino a quando le tempeste non prendono il sopravvento scatenando l’inferno e nascondendo tutto dietro un muro di sporcizia e sabbia. I paesaggi rappresentati durante i periodi di pace sono incredibilmente accurati: punteggiati da enormi monoliti rocciosi e alte e sottili trombe d’aria occasionali. Morbide dune si alternano a rocce consumate dal tempo. Le foto inviateci negli anni dalle sonde mandate in esplorazione sul Pianeta Rosso, ci hanno insegnato che la superficie di Marte è tutt’altro che coerente, e Scott è riuscito a rappresentarla ottimamente.
Durante il film, vediamo spesso Watney pulire i pannelli solari dalla polvere. Mentre la quantità di accumulo di polvere viene leggermente esagerata, è stato dimostrato che la polvere elettricamente carica, comune su tutto il pianeta, è particolarmente appiccicosa e richiede quindi un’attenzione costante per la pulizia dei pannelli solari.

the martian

Per quel che riguarda le tempeste però, il film si allontana parecchio dalla realtà, favorendo l’aspetto cinematografico. Nella scena di apertura del film, i sei astronauti sono in procinto di prelevare altri campioni, e tutto sembra andare per il meglio, finché Beth Johansen (Kate Mara) informa la squadra dell’arrivo di una forte tempesta. Nella realtà, questo tipo di tempeste attraversa tutto il pianeta a una velocità di circa 150 km/h, l’equipaggio avrebbe quindi potuto sapere dell’arrivo della tempesta parecchi giorni prima, avendo tutto il tempo per organizzarsi e per mettersi al riparo. Inoltre, con un’atmosfera così sottile, i venti di quella forza sarebbero in realtà paragonabili a delle correnti terrestri di appena 15 km/h. Quindi è improbabile che riescano a sollevare un essere umano o a rovesciare un razzo.

Continua >>

1 – 2

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here