Star Wars VII: 10 retroscena sul nuovo capitolo della saga

star wars
Se ne parla da mesi e tra poco arriverà nelle sale, ma ci sono ancora delle cose poco chiare sul nuovo capitolo della saga di Star Wars.

 

Dal primo poster ufficiale all’intero trailer (vedi), le notizie su Star Wars VII: Il Risveglio della Forza hanno iniziato a spargersi a macchia d’olio negli ultimi giorni. Ci sono parecchie domande che si risolveranno solo una volta visto il film per intero al cinema, ma intanto possiamo raccontarvi di dieci curiosi retroscena sull’ultimo capitolo della saga di Guerre Stellari.

1. Desing dei droidi

BB-8
BB-8

Tutti ricordiamo R2-D2 e C-3PO dai primi film di Star Wars, ma Il Risveglio della Forza ci farà conoscere un nuovo adorabile compagno robotico, e abbiamo avuto tutti la possibilità di ammirarlo nel trailer, si tratta di BB-8. Molti fan si sono lamentati per il design del robot, definendolo “decisamente comico”. Pochi sanno che in realtà il design di BB-8 è basato sugli schizzi originali di R2-D2, il cui torso cilindrico avrebbe dovuto poggiarsi su una palla invece che su delle “gambe”. Avrete intuito che l’idea era però di difficile realizzazione negli anni ’70, perciò si optò per l’aggiunta delle gambette.

2. Dal piccolo al grande schermo

star wars
La sua faccia non si vede, ma vi assicuriamo che si tratta di Gwendoline Christie nei panni di Capitan Phasma

Ne Il Risveglio della Forza ritroveremo ben quattro diversi attori provenienti dallo show della HBO Game of Thrones: Gwendoline Christie (Brienne di Tarth) interpreterà Capitan Phasma, ma vedremo anche Jessica Henwick (Nymeria Sand), Mark Stanley (Grenn), e Miltos Yerolemou (Syrio Forel).

3. Il dilemma della data d’uscita

star wars

In Italia, il film sarebbe dovuto uscire nelle sale il 6 Gennaio 2016 (per non togliere sale e pubblico ai cinepanettoni, come accadde a suo tempo con Avatar). Il piano della Disney era quello di far arrivare nei cinema prima la pellicola della Pixar Il viaggio di Arlo, e poi di spingere Star Wars qualche settimana più tardi. Ma il pubblico non ha voluto saperne e, dopo la raccolta di 5000 firme, la loro voce è stata ascoltata. Il viaggio di Arlo è stato posticipato e Star Wars anticipato al 16 Dicembre 2015. Ciò significa che l’Italia sarà il primo Paese al mondo in cui il film verrà proiettato nelle sale, dato che negli Sati Uniti uscirà il 18 Dicembre.

4. Mancati ritorni

Denis Lawson nel ruolo di Wedge Antilles
Denis Lawson nel ruolo di Wedge Antilles

Non appena venne annunciata la produzione del settimo capitolo di Star Wars, Mark Hamill, Carrie Fisher e Harrison Ford confermarono di voler far parte del cast per riprendere gli stessi ruoli della trilogia originale. Non fece lo stesso Denis Lawson, che nei primi film della saga interpretava Wedge Antilles. Gli era stata offerta l’opportunità di tornare, ma rifiutò perché riprendere il suo ruolo lo avrebbe annoiato.

Continua>>

1 – 2

Social

5 COMMENTI

  1. […] Quando George Lucas ha deciso che L’Attacco dei Cloni si sarebbe svolto dieci anni dopo La Minaccia Fantasma, si è resa necessaria la scelta di un nuovo attore che interpretasse Anakin Skywalker. Christensen era molto conosciuto in Canada per il successo di alcuni show televisivi a cui aveva preso parte, e aveva anche già vinto un Golden Globe, così venne scelto dalla produzione tra oltre 1500 altri candidati. La sua interpretazione in L’attacco dei Cloni e in La vendetta dei Sith non ha convinto né i critici né il pubblico. In particolar modo è stata criticata la carenza di carisma e l’assenza di chimica con la co-protagonista Natalie Portman. Dopo la fine della seconda trilogia di Star Wars, l’attore è praticamente scomparso dalle scene. (Leggi Star Wars VII: 10 retroscena sul nuovo capitolo della saga) […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here