Shinsekai Yori, un anime sottovalutato

shinsekai yori
Shinsekai yori, noto anche come ”From the new world”, è un romanzo giapponese di Yusuke Kishi pubblicato da Kodansha nel 2008, riadattato in seguito come manga e anime nel 2012. È il primo anime consigliato dalla nostra autrice Francesca Pagano nella sua nuova rubrica scritta per noi.

 

La storia raccontata in Shinsekai Yori non si discosta molto dai tipici topoi dell’animazione giapponese: si svolge in un Giappone post apocalittico, dove l’uomo è riuscito a sviluppare poteri telecinetici e la tecnologia è quasi assente. Dal punto di vista demografico il genere umano si è notevolmente ridotto. Un gruppo di cinque ragazzi sarà costretto ad affrontare situazioni non solo pericolose, nonostante la loro giovane età, ma anche molto oscure. Così inquietanti da far dubitare i protagonisti di quel falso paradisiaco luogo in cui hanno sempre vissuto,  diventato improvvisamente insidioso e soffocante.

shinsekai yori 4

Una volta scoperta la maggior parte della verità tenuta nascosta dagli adulti, i nostri protagonisti cercheranno di fuggire e verranno catapultati in un viaggio che li porterà a sapere di più sulle cruente origini del genere umano, del potere e della tortuosa evoluzione dell’umanità. Le difficoltà e le asprezze incontrate durante la loro ricerca, fanno in modo che i protagonisti temprino il loro animo, così da poter affrontare le varie sfide facendosi strada tra le incertezze e le paure della loro vita. La narrazione viene portata avanti da Saki, la vera protagonista indiscussa della serie.

Dal punto di vista tecnico, Shinsekai Yori è uno dei migliori prodotti degli ultimi anni.  Dai fondali curatissimi, suggestivi e innovativi alla colonna sonora, che si adatta perfettamente al contesto favorendo l’immersione dello spettatore all’interno della storia, fino alla cura data all’ambientazione, che rende quasi palpabile l’idea di una realtà storica prossima ai mille anni. Anche nell’impeccabile sceneggiatura nulla viene lasciato al caso, tutti i nodi della trama vengono al pettine e nel corso della storia tutto verrà infine spiegato. L’evoluzione della trama, si accompagna a quella dei personaggi, che vengono presentati in tre piani temporali diversi e quindi in fasi diverse della loro vita.

Perché guardarlo?

Shinsekai Yori è un piccolo capolavoro, troppo sottovalutato. La trama riesce a essere lineare e comprensibile pur presentando una varietà di intrecci non indifferente, ed è ammirevole lo sviluppo interiore e fisico dei personaggi principali, in particolare della protagonista, decisa e ferma nelle sue idee e nei suoi ideali. Nonostante tutte le avversità a cui verrà sottoposta dal destino, Saki cerca sempre di andare avanti e di scoprire infine la verità.

Oltre alla trama, ai risvolti sociali, storici e psicologici, Shinsekai Yori è imperdibile anche perché è una vera e propria gioia per gli occhi, con la sua grafica e le sue atmosfere vivaci che sembrano quasi rimandare alla giovialità dei dipinti settecenteschi.

https://www.youtube.com/watch?v=dv0eOesFsSk

Perché non guardarlo?

Se preferite degli anime più leggeri e privi di scene di violenza (che qui ci sono anche se non troppo cruente), e se non siete degli amanti della suspence, allora non è il caso di guardare Shinsekai Yori, che in alcuni punti potrebbe risultare eccessivamente complicato pur rimanendo, come detto prima, lineare nell’esposizione della storia. Ma comunque consiglio caldamente di recuperarlo, o quantomeno di dargli una possibilità.

shinsekai yori

E voi? L’avete già visto? Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate, tornerò la prossima settimana con nuovi consigli per gli amanti dell’animazione e dei fumetti.

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook e su Twitter per conoscere le migliori news e curiosità su Cinema, Tv, Teatro e altro ancora.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here