I Maghi di Ozzy presentano “Ho perso l’Eden”

Una giovane band toscana composta da musicisti esperti e navigati. Ecco chi sono i Maghi di Ozzy e com’è fatta la loro musica.

L’animale simbolicamente è quella parte di noi che reagisce con l’istinto, il cervello rettile, che attacca o che scappa, il fiuto che ci indica “questo si mangia o si rifiuta”, sì o no, quello che è bene e quello che è male per noi.

La canzone così intitolata vuole essere un inno contro tutte le oppressioni ed i condizionamenti di varia natura, quindi contro la famiglia troppo apprensiva, per il partner che gioca con i ricatti, oppure semplicemente contro i continui condizionamenti mediatici. Perché fa bene tornare un po’ animali e ricordarci spesso che possiamo usare il nostro istinto, che sa benissimo ciò che ci nutre e ciò che ci debilita.

Ognuno si aspetta dall’altro qualcosa, oppure vorrebbe in qualche modo pilotarlo, ma queste due inutili costrizioni creano solo delle aspettative che faranno male al nostro essere liberi, come animali selvaggi.

Questa è la descrizione che i Maghi di Ozzy fanno del brano L’animale, uno dei loro pezzi più conosciuti, contenuto nel loro ultimo album Ho perso l’Eden. Ma chi sono questi “Maghi”? E chi sarà mai questo “Ozzy”?

Ozzy è il frontman di questa rock band nata poco più di un anno fa in provincia di Siena. Paolo Ciacci (questo il suo vero nome) riunisce alcuni vecchi amici musicisti come il batterista Davide Monaci (molto conosciuto anche per le sue frequenti collaborazioni con Mike Terrana),  il chitarrista Maicol Chechi e il bassista Chris Cale per formare i Maghi di Ozzy. Da allora non si sono più fermati: il 2016 è stato un grande anno per i quattro musicisti che hanno organizzato un tour in giro per l’Italia, facendo tappa ogni tanto anche fuori dai confini, e che hanno partecipato con successo ai principali e più conosciuti festival rock italiani.

maghi di ozzy

È quindi giunto il momento per loro di racchiudere tutti i loro successi in un unico album, che hanno intitolato Ho perso l’Eden, composto da dieci brani, tutti disponibili su Spotify per essere ascoltati da nuovi potenziali sostenitori del loro progetto.

maghi di ozzy

Non possiamo che augurare il meglio a questi degni rappresentanti del rock underground italiano. Voi intanto seguiteli sulla loro pagina Facebook per restare aggiornati su tutte le novità riguardanti il loro lungo tour e soprattutto sulla loro musica. E buon ascolto a tutti gli amanti del buon rock!

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook per conoscere le migliori news e curiosità sul Cinema, sulle serie Tv, sul Teatro, la Musica e altro ancora.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here