Il primo orgasmo filmato della storia

orgasmo
Nel 1933 venne filmato il primo orgasmo femminile della storia del cinema. Il video tratto da “Estasi” del regista cecoslovacco Gustav Machatý.

 

La pornografia è sempre esistita, sono infatti arrivati sino ai giorni nostri pellicole erotiche girate negli anni ’20 del XX secolo e anche prima. Ma nessuna di queste pellicole aveva mai ritratto un orgasmo. Estasi di Gustav Machatý fu il primo film a mostrare un orgasmo femminile, e non si trattava affatto di una pellicola erotica. Il film parla di una donna sposata con un uomo molto più vecchio, ossessionato dall’ordine e che non lascia alcuno spazio per la passione nella propria vita. Dopo averlo lasciato, Eva (questo il nome della protagonista) incontra un uomo più giovane di cui si innamora, finalmente ricambiata. Sebbene la scena di sesso sia decisamente più soft dei canoni a cui siamo abituati oggi, il film ricevette pesanti critiche all’epoca. Estasi venne definito indecente, moralmente pericoloso e immorale. L’attrice diciottenne Hedy Kiesler fu costretta a cambiare il proprio nome con Hedy Lamarr, per poter andare avanti con la sua carriera. Ma il coraggio per aver girato una scena così audace le costò comunque caro, e la sua carriera non conobbe particolari slanci negli anni successivi.

Non mancarono, tuttavia, i critici che non si sentirono scandalizzati da questa scena, e ne ammirarono invece la bellezza tecnica ed emotiva e l’elegante sensualità che ne traspariva, oltre al pervadente romanticismo. Machatý riuscì senza dubbio ad anticipare i tempi e contribuì a squarciare il velo di eccessivo e costrittivo pudore che circondava l’arte cinematografica. A differenza di quanto accaduto a Hedy Kiesler, il regista conobbe ampia fama internazionale grazie alla pellicola.

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook e su Twitter per conoscere le migliori news e curiosità sul Cinema, sulle serie Tv, sul Teatro e altro ancora.

Fonte: Cinematheia

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here