Barbie si mette in mostra a Milano

Siamo andati al MUDEC, il nuovissimo Museo delle Culture di Milano, per vedere la mostra dedicata all’icona di Barbie e alla sua storia.

 

Ci siamo! Finalmente è stata inaugurata l’esposizione al MUDEC di Milano sulla bambola più famosa della storia, in mostra nel Museo delle Culture fino al 13 Marzo 2016.
Cercherò in tutti i modi di non rovinarvi la sorpresa, perché ogni volta che entravo in una delle stanze allestite per la mostra, il mio cuore sussultava dall’emozione! La disposizione delle bambole, l’atmosfera ricostruita, i colori… Tutto ha reso speciale questo evento!

All’interno della prima stanza è possibile ammirare tutte, (ma proprio tutte!) le Barbie ideate dal 1959 ad oggi, con una lunga linea del tempo che percorre ogni particolare evento. Se vogliamo proprio essere precisi sono 448 pezzi! Barbie ha celebrato ogni evento storico memorabile con un outfit curato dai più grandi stilisti di tutti i tempi. Abbiamo una Barbie per il primo presidente di colore o per la prima candidatura di una donna alla presidenza (1984, Geraldine Ferraro), così come troviamo il modello “ambasciatrice Unicef” e una che incoraggia all’uso di materiali ecologici e riciclati.

Barbie
Barbie è prima di tutto una donna che può scegliere, questo lo ribadisce la pubblicità diffusa quest’anno dalla Mattel, che ci ricorda che quando una bambina gioca con una Barbie, proietta se stessa e il suo futuro in questo atto. Per questo Barbie ha svolto qualsiasi carriera, dalla poliziotta alla veterinaria, dalla rock star all’astronauta, e la sua evoluzione è ben distante dagli stereotipi che l’hanno sempre dipinta come la superficiale ragazza da spiaggia californiana.

Si accede poi in una seconda sala dove troviamo tutte le Barbie che hanno indossato le vesti dei più noti personaggi del cinema, della musica o della storia. Da Elisabetta I a Cher fino alle protagoniste del musical Grease! Un vero e proprio spettacolo. A seguire, vi è tutta una sezione dedicata agli accessori della bambola più famosa del mondo e ai giochi per le bambine. Un sogno per i veri appassionati!

barbie

barbie

barbie

Ma quanti di noi sanno com’è nata l’idea di Barbie? Se siete tra chi, come me, se lo è sempre chiesto, la mostra chiarirà tutti i vostri dubbi. Pare che l’idea di dare una vera e propria biografia a una Barbie sia nata quando Ruth Handler vide che sua figlia non voleva più giocare con delle semplici bambole di pezza, perché le trovava anonime, ma preferiva ritagliare dai giornali le figure di attrici importanti come Elizabeth Taylor e Marilyn Monroe e giocare con quelle. Per questo madre e figlia iniziarono a pensare all’idea di creare una Barbie che avesse attorno a sé una vera e propria storia, e il 9 marzo del 1959 Barbra Millicent Roberts (nome completo di Barbie) debuttò come Teen-Age Fashion Model Barbie Doll alla fiera del giocattolo di New York. La prima barbie indossava un costume da bagno bianco e nero a righe e costava tre dollari.

barbie

 

L’aspetto di Barbie è cambiato molto nel corso del tempo, inizialmente ci si ispirò a Sandra Dee, ma il più grande cambiamento nei connotati della bambola fu determinato da Farrah Fawcett, grande diva di Hallywood famosa per aver interpretato Jill Munroe nella serie televisiva Charlie’s Angels.

farrah fawcett

Una mostra davvero imperdibile per tutti gli appassionati ma anche per tutti i curiosi e per i profani che vogliono conoscere meglio la storia di un’icona assoluta che gode ancora di ottima salute a quasi sessant’anni dalla sua invenzione!

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here